Contatti
Tutto quello che cerchi per il tuo cane... in un solo click!
 






Un nuovo cane con due gatti in casa: come farli avvicinare?

È importante lasciare che siano gli animali stessi a decidere i tempi ed i modi dell’avvicinamento

di Dottor Alberto Franchi

Buongiorno Dottore, consultando i migliori siti Internet ho trovato questo sito e avrei bisogno di un consiglio: ho due gatte femmine, una di 3 anni e una di poco più di 1 anno.
Quella di 3 anni l'avevo presa a 5 mesi al gattile: era molto impaurita e non si è fatta avvicinare finché non l'ha deciso lei (dopo quasi 6 mesi).

L'anno scorso ho preso un altra gattina; all'inizio è stata dura perché la piccolina voleva giocare, ma la grande le soffiava e le dava zampate. Dopo quasi un mese di vita separata sono riuscita a farle avvicinare; ora giocano e vanno d'amore e d'accordo.
Tra 10 giorni mi arriverà un cucciolo di cane maschio, è incrociato con un Pitbull e vorrei sapere come fare per poterli avvicinare.
La gatta grande non mi preoccupa perché se ne sta per le sue, invece la piccola è molto gelosa e ho paura gli faccia male; premetto che le gatte sono entrambe sterilizzate. Il mio timore è che la gatta punti agli occhi del cane o che gli faccia male e che il cane quando cresce si mangi la gatta.
Attendo notizie e la ringrazio anticipatamente, Tatiana.

Gli animali adulti, dal temperamento e carattere equilibrati, che vivono in ambienti tranquilli e adatti a loro, manifestano per un cucciolo innati freni inibitori.
Abbia l’accortezza di avvicinare con gradualità gli animali, lasciando che siano essi stessi a decidere i tempi ed i modi dell’avvicinamento. Non stimoli le loro mosse, non enfatizzi con grida e schiamazzi i successi, non reprima con urla e sgridate gli insuccessi.
Gli animali si studiano in silenzio: li osservi.

Avvicinare il gatto al cane

Può essere una buona norma di prevenzione circoscrivere nei primi tempi l’area a disposizione del nuovo arrivato in una zona decentrata dell’appartamento, lasciando che siano le gatte ad avvicinarsi per prendere coscienza del nuovo cagnolino.
Ricordi infine che un appartamento offre possibilità di movimento molto ampie per i gatti, dato che lo possono utilizzare in modo tridimensionale, approfittando di sedie, mensole, letti, armadi; mentre per un cane l’area utilizzabile è solamente bidimensionale.
Questo per farle presente che le gatte non temeranno i goffi approcci del cucciolo e tenderanno a rifugiarsi su ripiani posti in alto, piuttosto che aggredirlo qualora si sentissero in difficoltà.
Per ogni ulteriore e specifica informazione non esiti a contattare il suo veterinario, in modo da allevare correttamente i tre animali che allieteranno la sua casa.


Dottor Alberto Franchi medico veterinario a Verona
Ambulatorio Veterinario Borgo Venezia - Via Felice Casorati 19 - Verona 
Ambulatorio Veterinario Borgo Trento - Via Vittorio Locchi 32/a - Verona
Telefono 347 9729098
e-mail vetverona@gmail.com
www.veterinarioaverona.it     


Articoli correlati

Cane e gatto: non sempre la convivenza è facile da gestire
I pericoli di una convivenza forzata tra cane e gatto ed i consigli per una corretta socializzazione

Avvicinare un cane ad un gatto
I consigli del veterinario per avvicinare cane e gatto e per far convivere serenamente i due soggetti

Gioco aggressivo del gatto
Il gioco è molto importante per stabilire una stretta relazione con il gatto, ma va condotto nella maniera opportuna per evitare graffi e morsi

Cane che si impone sui suoi simili con irruenza ed aggressività
Cosa fare se il cane gioca con i suoi simili in modo non appropriato? L'educatore ci aiuta a comprendere meglio le cause di un atteggiamento eccessivamente aggressivo del quadrupede.

Non responsabilizziamo gli animali!
Responsabilizzare gli animali si rileva controproducente per una serena convivenza e per la loro tranquillità





Top articoli

Il vomito nel cane: le cause e i rimedi
Trasportare il cane in automobile: cosa dice la legge
Pronto soccorso veterinario 24 ore su 24
Le piante tossiche per il cane
Le malattie parassitarie del cane: i parassiti intestinali